Uno dei più grandi
e meglio conservati di tutta Italia

Il Castello di Caccamo si trova sulla cima della rupe calcarenitica che domina il centro abitato e la vallata del fiume San Leonardo e del lago Rosamarina.
Nato come fortezza studiata per difendersi dalle invasioni nemiche nel 1190, nel corso del tempo è stato ampliato e trasformato per diventare una ricca dimora per diverse famiglie nobili della Sicilia.

La rupe dove è costruito presenta tre pareti a precipizio sui versanti nord, est ed ovest, mentre sul versante sud ha un’inclinazione costante che ha permesso l’impianto dell’orto all’interno delle mura di cinta ed il sottostante quartiere della Terravecchia, borgo che in seguito ha generato il paese.

Il complesso si è sviluppato su strutture di differente epoche storiche collegate fra loro a gruppi e su diverse quote rocciose, formando corti chiuse ed aperte.
Una rampa a stretti tornanti e scavata nella roccia collega il sottostante centro abitato con la gran corte del complesso architettonico.

Il primo edificio che si incontra è la quattrocentesca Ala Prades, composta da una Scuderia e una Sala delle Udienze, entrambe messe in luce dai restauri.
Entrando nella prima corte, si accede all’ala Chiaramontana, più volte rimaneggiata e fortificata nel corso del 1300 per resistere agli attacchi del potere regio degli Aragonesi.
Si passa attraverso un portale e vicino ad una torre dimezzata da un crollo, per giungere al cortile delle Carceri e alla gran corte centrale.

“Nato come fortezza studiata per difendersi dalle invasioni nemiche nel 1190, nel corso del tempo è stato ampliato e trasformato per diventare una ricca dimora per diverse famiglie nobili della Sicilia”

La Corte Centrale e l’Ala Amato furono interessate dalla ristrutturazione del Castello per renderlo un palazzo nobiliare, durante il corso del 1600. L’ala Amato è l’edificio più imponente e venne realizzato ampliando un precedente corpo del trecento. Questa sala rappresenta l’asse centrale dell’ala residenziale che si affaccia verso la vallata ed il borgo, con soffitto ligneo a cassettoni, che contiene originali decori seicenteschi, che in alcune circostanze riproducono lo stemma della famiglia Amato.
Il Castello di Caccamo presenta inoltre una vista panoramica spettacolare sui territori circostanti.
Dal Castello potete scendere alla cittadina di Cefalù.

1447937266cefalu_-_lido

Il Lido di Cefalù, comunemente chiamato “la regina delle spiagge”, è il litorale che attira maggiormente turisti grazie alle acque limpide e la finissima sabbia dorata. Il fondale limpido e progressivo rende adatta questa spiaggia alle famiglie con bambini, per alcuni tratti e con la bassa marea, il fondale resta percorribile senza doversi immergere per decine di metri.
La vista che si presenta è eccezionale grazie alla presenza della Rocca di Cefalù, uno scorcio sul duomo e sul vecchio porto, ed il tramonto in questo punto è uno degli spettacoli più belli di tutta la Sicilia.

Infine sono presenti stabilimenti ed attrezzature messe a disposizione dei bagnanti aperte da Maggio ad Ottobre. Di notte questa spiaggia è piena di vita, con i lidi che organizzano spesso feste in spiaggia e concerti di musica live.