Scopello è un piccolo borgo marinaro situato a circa 40km da Trapani.

La sua piazza, ovvero Piazza Nettuno si trova vicino al famoso baglio risalente al settecento e, una curiosità è che Omero a Scopello vi ambientò l’ultima tappa di Ulisse prima del ritorno ad Itaca. Non è chiaro se il suo nome derivi dal greco o dal latino (scopulus o scopelos).

In passato fu distrutta da un violento maremoto, e i suoi resti sono ancora inabissati nei fondali marini. E’ una delle mete più gettonate dai turisti grazie anche al suo meraviglioso mare, l’acqua limpidissima vicino alla tonnara caratterizza tutto il paesaggio. La costa di Scopello è adatta per chi vuole immergersi con maschera e boccaglio. Di sera Scopello si trasforma: dai luoghi di passeggio alla raffinata cucina, fino ad arrivare alle viuzze strette con ristornati o trattorie dove poter gustare le prelibatezze del paese come il pesce fresco e al couscous. Scopello rappresenta il luogo più amato dai turisti italiani e stranieri della costa trapanese.

La tonnara di Scopello è una delle più importanti e antiche di tutta la Sicilia, fu edificata nel XV secolo da Giovanni Sanclemente e ampliata dalla famiglia Sanclemente durante il XVI secolo. Passò in seguito alla compagnia di Gesù e infine alla famiglia Florio.